Hai un local business e vuoi farlo crescere? Ecco gli step fondamentali per impostare una strategia di Web Marketing per Local Business mirata al successo.

La tua strategia di web marketing per local business non dà i risultati sperati? Forse lo stai facendo nel modo sbagliato. Il web si è rivelato una grande opportunità per aumentare il giro d’affari non soltanto dei brand, grandi o piccoli, ma anche delle attività locali, tuttavia per ottenere dei risultati tangibili bisogna anche:

  • porsi obiettivi concreti e misurabili
  • conoscere a fondo il proprio target
  • sapere su quali canali investire

Essere presenti online non basta: devi sapere bene quello che fai.

5 aspetti centrali in una strategia di web marketing per local business

 

1) Local SEO: fatti trovare dai tuoi clienti

Sapevi che 1 ricerca su 3 effettuata su smartphone riguarda un’attività locale?

Essere presenti online con un sito web non è sufficiente per la tua attività locale: anche la SEO va curata in modo specifico, cioè in ottica locale. Il primo passo per fare Local SEO è aprire e curare un profilo Google My Business: si tratta della versione aziendale di Google Plus che integra alcune funzionalità di Google Maps e Google Places.

Google My Business si presenta all’interno della SERP come una scheda in cui sono inserite tutte le informazioni rilevanti su un’attività locale: indirizzo, orari di apertura e chiusura, numero di telefono, link al sito web, recensioni, immagini e descrizione dell’attività e dei prodotti.

In questo modo, quando i tuoi clienti cercheranno la tua attività su Google, avranno una panoramica generale di quello che fai e potranno reperire informazioni utili per contattarti o raggiungerti. Bello no?

2) Facebook Adv: le campagne di Local Awareness

Vuoi portare più clienti nella tua attività? Dovresti provare a creare campagne di Local Awareness su Facebook. Questo tipo di inserzioni infatti ti permette di targettizzare l’audience su base locale e di creare delle adv mirate a stabilire un contatto con i tuoi clienti: in base alle esigenze, puoi scegliere di far compiere all’utente che visualizza il tuo annuncio una specifica azione, come:

  • Invia un messaggio
  • Ottieni indicazioni stradali
  • Chiama ora
  • Scopri di più

Usando questo tipo di inserzioni potrai:

  • Stabilire un contatto incentivando alla richiesta di informazioni
  • Portare i tuoi clienti direttamente in negozio o nella tua attività locale
  • Far prenotare un tavolo al tuo ristorante o riservare un prodotto
  • Far visitare il sito internet della tua attività

3) Social Strategy: metti in mostra la tua attività

I social network sono come la vetrina virtuale della tua attività: esserci e indispensabile, ma ancor di più lo è esserci con criterio. Ricorda ad esempio che non tutti i social network sono utili a raggiungere i tuoi obiettivi: a parte Facebook, che è il social generalista per eccellenza, il consiglio è scegliere i social in base alla tua nicchia di mercato.

  • Instagram: ideale per i local brand, gli artigiani, i ristoratori. È il luogo giusto in cui condividere le foto della tua struttura e della tua attività, non solo per fare branding ma anche per invogliare i clienti a venirti a trovare.
  • Pinterest: da prendere in considerazione se vendi al dettaglio: Pinterest è il luogo giusto per mostrare le tue creazioni e, quando anche in Italia arriverà la feature che permette di acquistare un prodotto senza uscire dalla piattaforma, anche per vendere.
  • Twitter: ideale per i progetti editoriali e per fare assistenza e customer care in tempo reale. Consigliato a chi ha un blog aziendale o offre servizi e consulenze.
  • Linkedin: è utilissimo a fare rete con altri professionisti e esperti del settore. Devi assolutamente esserci se sei un’azienda che offre servizi B2B.
  • Snapchat: perfetto per chi punta a un pubblico di Millenialis o vuole realizzare racconti a tempo di eventi e backstage, come per esempio uno shooting fotografico o il dietro le quinte della cucina di un ristorante.

4) Cura il tuo profilo aziendale su TripAdvisor e simili

Essere presenti sui portali turistici come Trip Advisor e Yelp è fondamentale per farsi trovare (e amare) dalla community di viaggiatori.

Questi aggregatori sono un buon veicolo per integrare online e offline: invita i tuoi clienti a lasciarti un feedback positivo se si sono trovati bene nel tuo bar, ristorante o albergo, ricordati di rispondere alle recensioni con un commento di ringraziamento e gestisci i commenti negativi invitando le persone a tornare nella tua attività per ricredersi.

Ricorda che un cliente soddisfatto è il primo ambassador per il tuo brand, e può trasformarsi in un micro-influencer per la sua cerchia di contatti.

5) Resta in contatto con i tuoi clienti con l’email marketing

Hai mai pensato di inviare ai tuoi clienti una newsletter?

Una strategia di email marketing può esserti molto utile a restare in contatto con i tuoi clienti e a fidelizzarli: l’email è un canale confidenziale per eccellenza, attraverso cui potrai tenere aggiornati i tuoi clienti sulle novità del momento e su eventuali sconti e promozioni, addirittura targettizzandole con coupon personalizzati, tagliati sulle esigenze specifiche di ciascun gruppo di utenti.

Online esistono molti tool che ti permettono di fare email marketing; per ottenere gli indirizzi email basterà semplicemente chiederli ai tuoi clienti, semplicemente offline, oppure online, attivando una strategia di lead generation.

Che ne pensi?

Dicci la tua opinione nei commenti e, se hai dubbi, contattaci per richiedere una consulenza da parte del nostro team di esperti.