Lavorare sui social a volte può essere davvero arduo: ecco 5 tool per Social Media Manager che ti aiuteranno a risparmiare tempo e ti miglioreranno la vita

Il mestiere di Social Media Manager è davvero entusiasmante: ogni giorno hai a che fare con nuove informazioni e nuovi stimoli, ma a volte riuscire a “stare sul pezzo” e a incastrare i tempi in modo da riuscire a condividere ogni giorno notizie e post interessanti sia per i tuoi profili social che per le pagine dei tuoi clienti può essere una sfida davvero ardua.

La parola chiave per riuscirci è: organizzarsi.

L’organizzazione è sempre la chiave del successo, ma lo è ancora di più se hai scelto di fare dei social network il tuo lavoro: per organizzarti al meglio hai bisogno degli strumenti giusti. Mi riferisco a tool per Social Media Manager che ti aiutano a organizzare i tuoi flussi di lavoro permettendoti di tenere sotto controllo le notizie di settore, di creare velocemente contenuti accattivanti e di condividerli su più piattaforme.

5 tool per Social Media Manager che ti miglioreranno la vita

Fortunatamente di questi strumenti ce ne sono davvero tantissimi: oggi ti indico i 5 tool che, a mio avviso, sono davvero indispensabili per lavorare sui social network e che possono davvero migliorare la vita del Social Media Manager.

 

1. Hootsuite per la programmazione

Hootsuite è il tool per il social media management più amato dai professionisti e dalle aziende. Non soltanto perché è il più completo, ma anche perché è considerato il più affidabile. Dall’alto dei suoi quasi 10 anni di esperienza, Hootsuite si è imposto come leader di settore tra le dashboard per il social media management.

La versione free ti permette di collegare fino a 3 profili social e 2 feed RSS, di schedulare la programmazione dei post e dei messaggi e di realizzare report analitici di base.
La versione a pagamento invece offre 4 diversi piani tariffari pensati a partire dalle esigenze del professionista freelance, a quelle di un’agenzia con un social team di più di 10 persone, fino a una versione interamente personalizzabile pensata per le aziende.

Hootsuite permette di monitorare mention e keyword, creare liste su Twitter, tenere sotto controllo gli aggiornamenti dei tuoi follower e tanto altro ancora. Si possono collegare Facebook, Twitter, Linkedin, Google Plus, Youtube. Davvero uno dei tool più completi, perfetto sia per gestire i profili social delle aziende sia per fare personal branding.

 

2. Gramblr per gestire Instagram da desktop

Chi lavora molto su Instagram può scegliere di usare Gramblr: si tratta di un tool gratuito che permette non solo di pubblicare, ma anche di programmare i post da condividere su Instagram lavorando da Desktop.

L’app, scaricabile sia su Windows sia per Mac, permette di gestire più di un profilo con un semplice switch, ha un editor foto interno, consente di applicare i filtri alle immagini prima della pubblicazione e ha tante altre feature “spinte” tutte da sperimentare, come i coins e il like bot, che vi lascio scoprire da voi (mi raccomando, con moderazione!).
Unica pecca: non consente di gestire i commenti.

Chi cerca qualcosa di più professionale può scegliere di acquistare Onlypult: il piano base costa soltanto 12€ al mese e permette di gestire 3 account (fino a un massimo di 40 per una spesa di 65€ mensili).

 

3.Canva per immagini, grafiche e infografiche

Canva è senza ombra di dubbio il migliore amico del Social Media Manager. Di gran lunga il tool che preferisco, permette di realizzare in poco tempo immagini e grafiche davvero super per social network e blog.

Canva ha un’interfaccia pulita e accattivante, intuitiva e facile da usare. I suoi punti di forza sono talmente tanti che elencarli tutti è impossibile. Te ne dirò alcuni:

  • Creare grafiche con misure standard (dal post Facebook alla cover Blog dalla presentazione all’infografica) e personalizzabili
  • Scegliere tra le tantissime card grafiche, gratuite o a pagamento, già realizzate e completamente editabili a seconda delle esigenze
  • Utilizzare immagini fotografiche, illustrazioni, icone, cornici, layout scegliendo sempre tra quelle gratuite (ne sono davvero tantissime) e a pagamento
  • Inserire le proprie immagini e loghi per personalizzare i tuoi design
  • Avere sempre a disposizione un archivio di tutti i design realizzati, ognuno col suo nome
  • Organizzare i design in cartelle e condividerli con altri utenti, scegliendo se permettere loro di modificarli o soltanto di vederli
  • Condividere i tuoi design direttamente su Facebook e su Twitter (una feature recentissima!) oppure embeddarli nel tuo sito web.

Insomma, Canva è davvero uno dei più completi strumenti di grafica online che può “rimpiazzare” Photoshop. Se non lo conosci devi provarlo assolutamente, ti cambierà davvero la vita!

 

4. Fanpage Karma per analizzare i risultati

Fanpage Karma è uno degli strumenti più completi per l’analisi dei risultati: il suo punto di forza, è che permette di monitorare l’andamento praticamente di tutte le pagine e i profili presenti sulle più popolari piattaforme social.

Questa caratteristica lo rende utilissimo a monitorare e effettuare un costante monitoraggio dei competitor, in modo da stare sempre sul pezzo e sbaragliare la concorrenza. Inoltre ha una serie di feature che permettono di estrarre insight davvero dettagliati, dal miglior momento della settimana e della giornata per postare alla funzione di tagging che permette di individuare i post che hanno avuto risultati migliori in base all’argomento.

La pecca di Fanpage Karma, se pecca si può chiamare, è che si tratta di uno strumento esclusivamente a pagamento e purtroppo ha un costo abbastanza importante.

 

5. Spidwit: ideale per il personal branding

Infine arriviamo a un tool relativamente nuovo e tutto italiano, nato nel 2014 dall’intuito geniale di un imprenditore siciliano: Spidwit è giovane ma è già considerato un tool di grande impatto, che potrebbe rivoluzionare la gestione quotidiana dei social network.
Il suo vantaggio è che permette di accorpare diverse funzioni che altrimenti si troverebbero in strumenti diversi, vediamo quali:

  • Feed di notizie interno davvero molto dettagliato, diviso per argomenti
  • Gallery interna di immagini anche queste divise per argomento, da quelle di settore alle gif animate alle immagini legate all’evento del giorno
  • Un editor foto interno che permette di ritoccare le immagini o inserire velocemente una citazione o una frase ispirazionale
  • Un assistente virtuale che ti suggerisce cosa pubblicare ogni giorno aiutandoti a dimezzare i tempi di ricerca di informazioni e quindi di gestione dei social network

Spidwit ti permette di gestire Facebook, Twitter, Linkedin e addirittura il blog WordPress: personalmente ti consiglio di testarlo per fare personal branding in maniera semplice, veloce e immediata.

La pecca: la versione free ti permette di inserire un solo hub, quindi di scegliere solo un argomento di interesse e collegare solo una pagina o profilo per social.
Il punto di forza: la versione pro ha un costo di partenza davvero interessante.

 

5 tool per Social Media Manager: che ne pensi?

Quali sono secondo te gli strumenti migliori per la gestione dei social network? Di quali tool per Social Media Manager non riusciresti davvero a fare a meno? Condividi la tua esperienza e segnala nuovi tool utili nei commenti!