Nel precedente articolo abbiamo iniziato ad affrontare il tema del colore nel marketing e come, ogni colore, influenzi le scelte di un consumatore. 

Vediamo ora nello specifico come reagiscono i consumatori ai colori e cosa ogni colore suscita alla persona che o guarda.

Secondo la Color Emotion Guide, stilata da The Logo Company, vi sono sette colori primari nella quale tutti i loghi possono essere catalogati, ognuno dei quali è contraddistinto da attributi specifici, vediamoli insieme.

color emotion guide - guida ai colori

Fonte: The Logo Company

Giallo Ottimista.

Il giallo è il colore del Sole e della luce, non a caso evoca spesso le sensazioni di ottimismo e calore. Essendo un colore cosi luminoso inoltre spicca su un cartellone pubblicitario o su una rivista.

I brand che puntano ad un approccio divertente e solare ne fanno largo uso, pur basandosi su diverse tonalità. Il famoso logo ad M di McDonalds’ ispira un’emozione amichevole e giovanile, mentre UPS punta su un tono tendente al marrone, a voler sottolineare un aspetto più serio e dignitoso.

La confidenza dell’Arancione. 

È davvero impossibile non notare un logo arancione, per antonomasia il colore dell’allegria e della creatività.

Nickelodeon, Fanta e Blogger sono solo alcuni esempi di compagnie che hanno puntato sulla loro originalità senza aver paura di risultare eccentriche.

Il Rosso che fa esplodere la tua energia.

Uno dei colori più utilizzati nella creazione di loghi, grazie al calore che sprigiona. È un colore plasmabile; può risultare essere sexy ed eccitante ma anche romantico come un mazzo di rose.

Questa tonalità funziona bene nel settore dello spettacolo. Netflix punta ad un colore rosso caldo ma in un semplice rettangolo, la Nintendo ha un carattere semplice contraddistinto però dal colore.

Il più celebre dei brand, la Coca-Cola, ha basato tutta la sua strategia di brand identity proprio sul rosso riportando alla mente positività e affetto.

Il viola si apre all’Immaginazione. 

Il viola è il colore della regalità e dell’opulenza. Apre le porte dell’immaginazione e della fantasia, creando un’atmosfera al di fuori dell’ordinario.

Il logo delle Barbie unisce il classico alla giovialità, potendo essere considerato sia un gioco per bambine che un oggetto da collezione. Nei prodotti per capelli Aussie, invece, lo styling è un atto di creatività.

Trova la tua forza con il Blu.

Il blu è il colore dell’affidabilità, della vastità del cielo e dell’oceano, trasmettendo sensazioni di forza e tranquillità.

I grandi marchi tecnologici si sono affidati a questo colore. Dell, IBM e Intel hanno accostato il blu a prodotti che il consumatore usa quotidianamente. Anche molte aziende automobilistiche hanno sfruttato la forza intrinseca del blu, come Ford o Volkswagen.

Abbraccia l’ambiente, usa il Verde.

Il verde nelle sue diverse tonalità ha sempre richiamato alla natura. Un colore che ci porta pace e crescita.

Numerose aziende legate alla salvaguardia dell’ambiente utilizzano il verde, come BP, Animal Planet e John Deere. Invece, la catena di supermercati Whole Food sfrutta questo colore per associare i suoi prodotti ad un’idea di buona salute.

Puntare sul classico. Il bianco e nero. 

L’accostamento bianco e nero è sempre stato un sinonimo di semplicità ed eleganza, creando loghi sorprendenti.

Il nero richiama alla professionalità e credibilità, il bianco alla purezza. La loro combinazione dà alla luce loghi senza tempo. La Nike e la Puma sfruttano il nero per un’atmosfera tagliente, sottolineando il loro equilibrio e semplicità.

Anche il grigio svolge un ruolo chiave nella nascita dei loghi, spesso associato ad un vero e proprio stile di vita, un esempio? La Apple. Senza alcun dubbio uno dei brand con il maggiore impatto sui consumatori e sul loro modo di usare la tecnologia.

Tutti questi colori e teorie possono rappresentare un bel punto di partenza per poter porre le basi verso la creazione del tuo brand e della tua identità.