Come creare un e-commerce di successo

Come creare un e-commerce di successo

Un buon e-commerce manager parte dalle basi, quindi prima di entrare nel tecnico parlando di CMS e applicazioni pratiche per creare un e-commerce di successo, dobbiamo partire delle fondamenta ovvero dalla pianificazione.

Le macro aree di un e-commerce

Se analizziamo le aree più delicate di un e-commerce andremo ad identificare le seguenti:

    • Idea/Prodotto:

      Che tu venda un prodotto “solido” o un servizio qualsiasi e-commerce di successo parte da un principio saldo e definito “se non so cosa devo vendere non posso venderlo”.
      Questa macro area è forse la più delicata in quanto comporta diverse analisi da effettuare prima di poter compiere un qualsiasi passo.

      Entriamo nel dettaglio con alcuni consigli e attività da svolgere che reputo vitali in qualsiasi operazione strategica:

      • Scegliere il prodotto è il primo passo da affrontare, spesso non servirà essere estremamente specifici nella prima scelta bensì sarà utile scegliere una categoria di prodotti generica.  Ti consiglio di evitare un approccio alla vendita online stile “Bazar”, l’esistenza di colossi come Amazon rendono quel tipo di commercio molto competitivo. Cerca la tua nicchia e ragiona attorno alle sue richieste e necessità.
      • Un’analisi che suggerisco di effettuare riguarda la valutazione del prodotto o del servizio offerto. Questa operazione anche se delicata, può essere svolta grazie a vari tool di settore. Puoi per esempio utilizzare Google Trends, il quale ti permetterà di sapere quali sono i trend del momento e quantificare il pubblico presente nella nicchia scelta.
      • Andremo inoltre a comprovare la fattibilità del progetto prendendo in considerazione tutte le criticità di un prodotto tra cui:
        la sua reperibilità, il suo costo ed i tempi di gestione di ogni ordine per il fornitore.
        Spesso mi capita di stilare un’analisi SWOT, famosa per essere un mezzo importante nella stesura di un business plan e della pianificazione in generale, dedicata solo ed unicamente al prodotto: ciò mi permette di comprendere a pieno tutte le potenzialità, le debolezze i punti di forza e le minacce che riguardano il prodotto stesso.

settori in crescita per l'e-commerce in italia

    • Analisi Competitor:

      L’epoca dell’unicità e del think different è finita da un pezzo. Se hai un’ idea probabilmente qualcun altro nel mondo l’ha già avuta, ma ciò che puoi fare e realizzarla meglio. Amazon non è l’unico e-commerce sulla faccia della terra, ma è l’e-commerce di successo per eccellenza grazie al suo Customer Care ed al suo modo di mettere il cliente al centro dell’universo Amazon.

      Possiamo vedere l’affermazione precedente in due modi:
      – il primo: se qualcuno lo ha già fatto il progetto funziona e noi dovremo solo farlo meglio;
      – il secondo: se nessuno lo ha già fatto significa che ci sono probabilmente delle criticità da analizzare.

      Dico ciò per invitarti ad effettuare un’analisi dei competitor ed una ricerca di mercato utili al tuo business. Anche qui vengono in aiuto dei tool utili come ad esempio Think with google, un Journal che ci propone diversi insight e studi di settore utili a capire il mondo in che direzione si muove, soprattutto nell’ambito del marketing e dell’IT.

    • Pubblico:

      Mettiamo le cose in chiaro, lo shopping al giorno d’oggi è un’esperienza omni canale, infatti l’utente non arriva sul nostro e-commerce per volontà divina, né quantomeno acquista senza determinate leve di marketing. Detto ciò conoscere il pubblico di riferimento è necessario per la creazione di un e-commerce di successo. Una volta scelto il nostro prodotto ed aver capito quali sono i punti di forza e di debolezza, avremo ben chiare anche le opportunità e le possibilità da sfruttare per far si che le persone a cui interessa il nostro prodotto lo trovino. Ciò comporta una comunicazione necessariamente curata e omni canale indirizzata al cliente rendendolo il fulcro di tutte le nostre attenzioni.

    • Logistica:

      Ogni giorno un e-commerce manager si sveglia e sa che dovrà combattere con un corriere per evitare di avere rogne con il cliente. Amazon ancora una volta ha rivoluzionato il concetto di shopping online e spedizioni offrendo un servizio di consegna in 24 ore. Ovviamente per un e-commerce che nasce da una PMI mantenere uno standard di questo genere è impossibile, ma ciò che possiamo fare è studiare un piano di logistica che ci aiuti a evitare errori, ritardi e attese. Qui, su Next Magazine, abbiamo già parlato di come organizzare la logistica in questo articolo.

Conclusioni

In questo articolo ho toccato in maniera molto generica diversi argomenti vitali nella preparazione strategica per l’avvio di un e-commerce. Abbiamo visto solo alcuni dei vari step da eseguire quando si pensa di voler avviare un e-commerce di successo. Gli altri step sono vari, tra questi abbiamo ad esempio il calcolo dei costi e del budget necessario al progetto di cui di solito si occupa il project manager. È estremamente consigliato affidarsi ad un esperto per la stesura di un business plan che potrebbe essere utile anche per la richiesta di fondi e agevolazioni fiscali.

 

Add Comment