Pop Up Store: negozi temporanei

Pop up store: di cosa si tratta?

In Italia, dal 2018 è arrivato il fenomeno dei pop up store, soprattutto da parte dei colossi e degli e-commerce.

Il pop up store è un negozio fisico temporaneo, un concetto recente importato dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna. Tali store si trovano di solito nelle zone più centrali e frequentate delle grandi città.

I grandi marchi, vogliono portare offline i loro prodotti e trasmettere, far vivere ai loro acquirenti il messaggio in carne ed ossa, rafforzando il loro brand.

Tra i colossi degli e-commerce in italia ci sono: Westwing, Amazon e Clio make up; invece tra i più piccoli ma grande nella realtà napoletana abbiamo la pasticceria Poppella in partnership con Minimal Couture.

Tutti hanno fatto una scelta comune, di avviare i loro pop up store nel periodo natalizio.

I pionieri  dei pop up store

Il temporary shop dalla durata più lunga è Westwing (ex Dalani).

É stato aperto dal 13 settembre 2018 al 13 gennaio 2019 a Milano, la prima volta in Italia. Precedentemente aveva aperto in Germania, Polonia e Brasile.

Westwing è uno shopping club home e living, tratta vendita online di accessori e soluzione per arredi. Per la promozione dell’evento dell’apertura sono state invitate influencer e designer del settore.  

Lo showroom temporaneo di Amazon ha aperto dal 16 al 26 novembre 2018 in occasione della settimana del black friday. Sono stati riuniti tutti i brand più apprezzati dai clienti ed inoltre ad ogni articolo esposto è stato associato uno smile code tramite il quale era possibile ottenere informazioni del prodotto tramite l’app.

Il caso di Clio Make Up è  un po’ differente perché, quasi nello stesso periodo ha aperto tre pop up store; uno a Roma uno a Milano ed infine a Napoli.

La durata di ogni negozio temporaneo è stata di un mese. La famosissima Clio,  è stata presente il giorno dell’apertura, solo per qualche ora, per incontrare le sue fan.

Il temporary store più breve è stato quello della pasticceria Poppella in partnership con Minimal Couture. Il 20 Dicembre 2018 in via Calabritto come store hanno allestito un gazebo a forma di scatola, dove hanno presentato il “pop up box xmas” con all’interno un panettone artigianale e una felpa.

Perché tutto questo? Una percentuale è stata devoluta alla fondazione Santobono pausilipon.  

Conclusioni

Tra i vari pop up store citati, sono riuscita ad acquistare da Clio Make Up. Ero curiosissima di provare le tinte labbra sulla mano, e si,  sono stata ore in fila. Nonostante ci sia andata ad un orario in cui non fosse prevista la presenza di Clio, non sono riuscita ad evitare la fila chilometrica che c’era dalla mattina.

Quando sono uscita dallo store ero soddisfatta del mio acquisto e di avere fra le mani la shopper con il marchio. E tu? Sei riuscito ad entrare in un temporary shop? O hai pensato di lanciarne uno per il tuo brand? Racconta la tua esperienza nei commenti!

Add Comment