Twitch: la guida completa sul social network dei gamers

Twitch: la guida completa sul social network dei gamers

Chi non è amante delle console e non è un giocatore abituale, probabilmente non conosce Twitch, il social network dei gamers. Nonostante non goda della stessa popolarità di Facebook e Instagram, la piattaforma ospita 15 milioni di utenti al mese e, durante il lockdown, ha registrato un sensibile aumento dei numeri.

Se anche tu non conosci Twitch, continua a leggere questo articolo in cui troverai una overview della piattaforma, con un focus sulle opportunità offerte dalla stessa e sugli insights rilevati.

Siamo pronti? 

Partiamo.

Che cos’è Twitch?

Homepage Twitch

Twitch è una piattaforma di livestreaming nata nel 2011 come spin-off di Justin tv, un canale dalla funzione analoga con un’area dedicata al gaming. Nel 2014 è stato acquistato per 970 milioni di dollari da Amazon, battendo la concorrenza di Google: anche la società di Mountain View era infatti interessata, per poi decidere di ritirarsi dalla corsa, poiché temeva di incorrere in problemi di antitrust, essendo proprietaria di Youtube.

Si può utilizzare Twitch attraverso il sito ufficiale o le applicazioni di iOS e Android, oltre alla Playstation, Xbox, Amazon’s Fire TV e Google Chromecast. 

Vedere le dirette è completamente gratuito e non c’è bisogno nemmeno di registrarsi.  Giunti sulla “Home” di Twitch, si viene catapultati in un vortice di live e di contenuti on demand

Come fare ad orientarsi e scegliere lo streamer che risponde ai nostri interessi? Vediamolo insieme.

Cosa guardare su Twitch

Una volta aperto il sito o l’app ufficiale di Twitch, c’è davvero l’imbarazzo della scelta su cosa guardare. Nella sezione “Sfoglia” puoi cercare i contenuti in base ai tuoi interessi o al numero di spettatori di una live. 

twitch categorie - cosa guardare su twitch

Un metodo più rapido di ricerca è navigare in una delle categorie: Giochi è quella più gettonata, mentre IRL (In Real Life) è la più in voga tra le categorie di non giocatori e offre agli streamer la possibilità di chattare con i loro spettatori in tempo reale. 

Talk Show è un’altra opzione molto popolare e contiene un mix di contenuti, dai salotti dal vivo, ai podcast, fino a spettacoli di varietà prodotti in modo professionale. La categoria Cooking, invece, contiene programmi di cucina e cibo mentre la sezione Creative ospita le creazioni di designer, artisti e programmatori ed è quella che attira un pubblico diverso rispetto alle altre categorie.

 

Utenti e Streamer: alla scoperta del popolo di Twitch

Nel corso degli anni successivi al suo lancio, Twitch si è evoluto ed è progressivamente diventato una piattaforma molto simile a Facebook.

I twitchers, infatti, possono seguirsi, scambiarsi DM (Direct Messages) e chiacchierare nelle chatroom delle live. La funzione Pulse, invece, è una sorta di timeline in cui gli utenti possono aggiornare il proprio stato, condividere contenuti, mettere like e lasciare commenti. 

Gli streamers, dal canto loro, si guadagnano la fama a suon di dirette quotidiane che raggiungono anche la durata di una giornata lavorativa. Per molti di essi, infatti, essere seguiti mentre giocano è diventata una professione. 

Basti pensare che nel 2019, su 2 milioni di visitatori unici al mese, oltre 17.000 di essi hanno monetizzato attraverso il Twitch Partner Program, un servizio che prevede affiliazioni e sottoscrizione di abbonamenti. 

Essendo di proprietà di Amazon, è possibile acquistare i Bits, la moneta di Twitch, direttamente sullo shop di Jeff Bezos e spenderli per “supportare” i propri streamers preferiti. 

Altre fonti di guadagno possono essere: 

  • Product Placement e partnership con i brand;
  • Programma di Affiliazione di Amazon;
  • Donazioni tramite Paypal;
  • Merchandising;
  • Contenuti Premium su altre piattaforme.

 

Dal 2015 i twitchers hanno la possibilità di incontrarsi dal vivo. In quell’anno, a San Francisco, si è tenuto il primo TwitchCon, un convegno di 3 giorni fatto di workshop e incontri con i Partner più popolari,ma anche musica dal vivo e drink. 

L’obiettivo dichiarato del TwitchCon è celebrare la cultura del gioco, ma serve anche all’azienda per promuovere i nuovi servizi.

 

I numeri di Twitch

Dopo aver visto come funziona la piattaforma e le opportunità da essa offerte, diamo uno sguardo al traffico.

Se sei amante dei numeri, questo è il momento che stavi aspettando. 

Secondo quanto emerge da un’analisi di BlogMeter, lo scorso febbraio Twitch ha registrato 15 milioni di visitatori unici e 3 milioni di broadcaster, detenendo il 72% di share del mercato streaming gaming

i numeri di twitch

il 71% degli utenti sono Millennial, per la gran parte uomini, che trascorrono, in media, 95 minuti al giorno sulla piattaforma. 

La fruizione del social è notevolmente aumentata durante il lockdown imposto a causa del Coronavirus.

Nel mondo c’è stato un aumento del +31% di visitatori, mentre in Italia si è registrato un +66% di visitatori rispetto al mese di febbraio. 

Il fatturato da app, nel solo mese di marzo, è stato pari a 8,2 milioni di dollari

Se sei interessato all’impatto che il Covid-19 ha avuto anche sulle ricerche online degli italiani, puoi approfondire l’argomento leggendo questo articolo.

Nel primo trimestre del 2020, dunque, si è confermato leader del settore dello streaming gaming, sbaragliando la concorrenza di Mixer e Youtube Gaming Live

twitch youtube mixer

Tra questi ultimi due, sembra essere il primo il principale concorrente di Twitch. Acquistato nel 2016 da Microsoft col nome di Beam, Mixer lo scorso anno gli ha “strappato” due pezzi da novanta: gli streamer Ninja, con 14 milioni di followers, e shroud, ex videogiocatore professionista e molto noto sulla piattaforma, hanno entrambi annunciato il loro trasferimento su Mixer.com.

 

Conclusioni

Lo scopo di questo articolo era fornire una panoramica su Twitch e permettere ai neofiti di orientarsi nell’oceano di contenuti offerti dalla piattaforma, ma anche offrire uno spunto di riflessione.

La retention e i numeri, in termini di utenti e fatturato, denotano una crescita costante della piattaforma, tant’è che alcuni brand ne stanno già sfruttando le potenzialità.

Porche, ad esempio, ha lanciato la 99x Electric, la monoposto di Formula E, con un game di realtà virtuale. 

KFC, invece, ha ingaggiato DrLupo per la Chicken Dinner Challenge, un contest interattivo lanciato durante una livestream di gioco.

Per ricapitolare, abbiamo visto: 

  • il tipo di contenuti presenti su Twitch;
  • il target e la retention;
  • le opportunità di guadagno;
  • i numeri in termini di traffico e fatturato;
  • le iniziative dei brand

Se il mondo di Twitch ti ha affascinato, non ti resta che collegarti al sito ufficiale o scaricare l’app e cercare le live che incontrano i tuoi interessi. Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui tuoi social!

Add Comment