Posizionamento online (parte 3 di 3): Local SEO con Google My Business è fondamentale per le aziende

Il mercato, la porzione più grande si intende, vive online. Di conseguenza, per le aziende e i consumatori il paradigma di acquisto e quello di vendita è cambiato. Parlavamo di questi cambiamenti imminenti già diversi anni fa, oggi tutti hanno capito cosa stavamo anticipando. Per tutte le aziende, ma soprattutto per quelle che hanno uno o più punti vendita, è importante costruire una strategia a 360° che miri all’ottimizzazione di tutti canali e risorse a disposizione. Una buona strategia di local SEO, le cui basi sono costruite sempre grazie a “Zio Google”, è fondamentale.

Con il termine Local SEO ci riferiamo al processo di ottimizzazione per i risultati di ricerca locale che avviene su un motore di ricerca (esempio: Google attraverso la propria SERP). Per un’attività commerciale è fondamentale attivare una strategia di Local SEO per migliorare il proprio posizionamento online. La domanda che pone un utente a “Zio G” (tecnicamente si chiama query di ricerca ed altro non è che una frase/domanda composta da più parole chiave chiamate dette anche keywords) offre una serie di risultati. L’ordine di questi risultati, come spiegavo in quest’articolo, determina spesso un vantaggio competitivo rispetto ai competitors e migliora il posizionamnto online di un brand.

 

La Local SEO si basa principalmente su 3 fattori chiave:

1. Pertinenza

Misura il livello di corrispondenza tra ciò che sta cercando l’utente e le offerte presenti nella “scatola di Zio G”; per questa ragione all’interno del proprio sito/blog  è molto importante impostare correttamente tag, meta description, url, title tag, etc.

2. Distanza

Questo parametro, grazie al quale ci vengono proposti risultati a noi geograficamente vicini, è influenzato dalla geolocalizzazione o dall’indirizzo IP dei nostri dispositivi e ci propone i risultati vicini a dove siamo fisicamente

3. Evidenza

Questo fattore è particolarmente importante perché significa che Google, stando ad alcuni parametri come l’autorevolezza oppure l’efficacia del sito/articolo/azienda rispetto alle ricerche effettuate, ci posiziona in alto nella SERP e ci rende “più visibili” rispetto ad altri brand.

weHUB - Posizionamento online - Internet


Google My Business (la vetrina aziendale su Google)

Volendo fare un esempio, se stiamo cercando un ristorante romantico e siamo a Napoli scriveremo nella barra di ricerca di Google: “ristorante romantico Napoli”. Google, essendo programmato su algoritmi più che precisi e performanti, offrirà una serie di risultati. L’ordine di questi risultati, che dipendono da un gran numero di fattori, è notevolmente influenzato dall’utilizzo di Google My Business (la vetrina aziendale su Google).

weHUB - Posizionamento online - GoogleMyBusinessCome detto nel precedente articolo (che dopo ti invito a leggere, se vuoi approfondire la tematica del posizionamento online, SEO, SEM oppure ti interessa scoprire le ultime statistiche di Google e Facebookper un’azienda è diventata una grande esigenza poter interagire con i propri potenziali clienti. Avere un buon sito web, magari anche e-commerce per poter vendere in tutto il mondo nonchè gestire i principali social network è fondamentale, ma:

Come facciamo se un utente cerca un prodotto/servizio che offriamo sia noi che un nostro competitor? La risposta è facile: “Big G”.

“Mentre qualche anno fa utilizzavamo l’elenco telefonico, oggi usiamo Google e i social network”.


Il grandissimo “Zio G” 
offre a tutte le aziende un ottimo modo per promuoversi in modo facile, gratuito e tempestivo: Google My Business.


Perché usare Google My Business

  1. Cos’è Google My Business

  2. Come funziona GMB

  3. Come possiamo aiutarti

weHUB - Posizionamento online - Google My Business

  1. Cos’è GMB

    Google My Business è lo strumento di Google che permette di creare una propria “vetrina digitale” dove vengono raccolte tutte le informazioni aziendali ed erogate attività ai consumatori online. Serve, appare evidente, ad informare e migliorare la presenza online, creare un primo contatto con un utente ed aumentare la reputazione del proprio brand/marca. L’apertura di questa vetrina su Google è gratuita e, ancor di più, risulterebbe inaccettabile che un’azienda non sfrutti questo enorme potenziale. Se ciò è vero è pur vero che per raccogliere importanti risultati dal posizionamento su Google è fondamentale investire con Google Ads.

  2. Come funziona GMB

    Come dicevo è gratuito e non è nemmeno troppo complicato. La parte più delicata, se si vuole iniziare veramente a “giocare la partita” online, viene dopo. Questo “mondo digitale”, contando quasi 2 miliardi di persone, non solo va gestito costantemente ma vanno anche fatte attività promozionali. Per queste attività, se non si vogliono sprecare soldi in campagne poco performanti, vi consiglio di farvi seguire da uno specialista.

    Ritornando al suo funzionamento, ecco come aprire una pagina su GMB:

    – Vai alla pagina di GMB
    – Entra su GMail (il servizio di email di Google) oppure crea una nuova email
    – Inserisci il nome dell’attività
    – Indica la posizione per configurare correttamente l’attività su Google Maps
    – Scegli la categoria principale
    – Indica le informazioni principali come il numero di telefono, orari di lavoro, etc
    – Inserisci il tuo sito web in modo da portare gli utenti da Google al tuo sito web oppure crealo gratuitamente sempre su GMB (tutti sanno che è gratuito il sito di GMB e, di conseguenza, ciò non determina una grande autorevolezza ma, certamente, è pur sempre meglio di non averlo proprio)
    – Clicca su “continua” e conferma il tutto
    – Dedicati alla personalizzazione della tua “vetrina digitale” su Google, inserendo le informazioni aggiuntive o i servizi accessori che offre la tua attività
    Aspetta il codice di sicurezza che ti invia Google, presso l’indirizzo dell’attività creata, per verificarne l’esistenza e convalida l’identità/attività/vetrinadigitale creata

     

  3. Come possiamo aiutarti

    Google My Business è uno strumento indispensabile per un’attività e, se questa ha una sede fisica, direi che da indispensabile dioventa obbligatoria. Se vuoi il nostro team di esperti è a pronto a far decollare il tuo business online. Invece, se non desideri delegare quest’attività a dei professionisti, ti suggerisco comunque di iniziare subito. Iniziare e sbagliare è meglio di non iniziare proprio.

Se ti interessa quest’argomento, ti invito a leggere anche parte1 e parte2. Invece, se sei finalmente consapevole del grande potenziale che offre il web e hai deciso di voler affidare i tuoi investimenti ad un team di professionisti, contattaci all’email hello@wehub.it per una consulenza gratuita di unun nostro esperto.

GRazie per la lettura, alla prossima.

Add Comment